Osteopatia contro lo stress

L’osteopatia contro lo stress

Paura ansia e insonnia possono avere un impatto sulla salute mentale e psicofisica. Gestire lo stress non è semplice e non riguarda solo la mente. A tal proposito vedremo come lo stress, le tensioni della vita in generale, possono avere ripercussioni sul corpo. Può portare per esempio ad assumere posture sbagliate, ad avere tensioni difensive o dolori in diverse parti del corpo.

Lo stress rappresenta la risposta che il nostro organismo attua nei confronti degli stimoli che subisce e che possono essere sia emotivi ma anche fisici.

Molte malattie frequenti sono spesso dovute al mancato adeguamento allo stress, questo avviene perché il corpo non è più in grado di gestire gli stimoli esterni in modo adeguato. Si possono manifestare diversi sintomi come frequenti mal di testa, vertigini, rigidità muscolare soprattutto nella zona cervico-dorsale, dolori sternali, problemi alla pelle, problematiche respiratorie, disturbi digestivi, come alternanza tra stipsi e diarrea, problemi di circolazione, e talvolta anche la deglutizione sembra compromessa.

Il nostro corpo lo segnala: iscriviamo nel nostro corpo tutto quello che perturba la nostra mente.

L’osteopatia contro lo stress

Tutto quello che ci angoscia può provocare un amplificazione neurovegetativa delle nostre risposte con lo spasmo dei muscoli e dei visceri. L’osteopatia tende a equilibrare il sistema nervoso autonomo e di conseguenza ha degli effetti sui parametri biologici dello stress. Inoltre l’osteopatia fa una cosa fondamentale che non sempre si tiene in considerazione: si occupa di prevenzione e questo nella gestione dello stress è fondamentale.

Durante un evento stressante, viene attivato il ramo simpatico del sistema nervoso autonomo quello responsabile della risposta agli stimoli esterni.

Vi è un aumento del ritmo cardiaco e della pressione sanguigna così come un ipertono muscolare: tutte risposte fisiologiche allo stress. In determinate condizioni, come conseguenza a forti traumi psico-fisici e stress prolungati, la risposta può venire esacerbata e avere come risultato una iperattivazione del sistema nervoso simpatico. Così lo squilibrio del sistema neurovegetativo diventa costante andando a influire negativamente sulla funzione viscerale, circolatoria e metabolica.

Partendo da queste considerazioni, il trattamento osteopatico sarà globale in quanto l’uomo è un entità unica, avendo come scopo primario di ristabilire l’armonia del corpo e della mente.

L’osteopata agendo sul corpo cercherà di liberare anche la mente: andando a ripristinare la libertà nei tessuti e lo svolgimento delle normali funzioni fisiologiche agirà anche sui sistemi che regolano lo stress. L’osteopatia è però solo parte della soluzione, per questo consiglio ai miei pazienti di mantenere uno stile di vita salutare, con una buona alimentazione, un sonno ristoratore, migliorare la respirazione ed eseguire esercizio fisico costante.

Commenta con Facebook